L’investigazione per la determinazione o revisione dell’assegno di mantenimento è finalizzata alla raccolta di prove utili a dimostrare il reale tenore di vita e il patrimonio di cui gode l’ex coniuge.

L’investigazione per la determinazione o revisione dell’assegno di mantenimento è una delle attività su cui abbiamo acquisito una significativa esperienza. L’indagine è finalizzata alla raccolta di prove utili a dimostrare il reale patrimonio di cui gode l’ex coniuge.

Qual’ora l’assegno di mantenimento versato, non risulti aderente ed attuale alla effettiva situazione patrimoniale, la SYRIA SERVICE accerta e documenta il reale stato economico, reddituale, l’esistente attività lavorativa anche non ufficiale ed il tenore di vita dell’ex coniuge.

La determinazione dell’assegno di mantenimento, che il coniuge economicamente più forte è tenuto a corrispondere al coniuge “debole”, è disciplinato dall’art. 156 del Codice Civile, il quale prevede che il giudice pronunciando la separazione stabilisca, a vantaggio del coniuge a cui la stessa non sia addebitabile, il diritto di ricevere dall’altro quanto è necessario al suo mantenimento qualora egli non abbia adeguati redditi propri.

L’orientamento prevalente è di ritenere che l’assegno di mantenimento deve assicurare al coniuge richiedente un tenore di vita analogo a quello goduto durante il rapporto coniugale. La giurisprudenza, per cercare di definire cosa debba intendersi per tenore di vita analogo, ma non identico, lo ha qualificato come quello tale per cui il coniuge separato non debba scivolare in una fascia economico sociale deteriore.

Sintetizzando, l’investigazione per la determinazione o revisione dell’assegno di mantenimento, svolta con le competenze della SYRIA SERVICE, permette di:

  • Documentare la condizione patrimonialedell’ex coniuge, anche di quei beni che, se pur goduti dal medesimo, non sono ufficialmente riconducibili ad esso.
  • Provare convivenzemore uxorio (come marito e moglie).
  • Accertare l’effettiva situazione lavorativadell’ex coniuge.
  • Documentare il vero tenore di vitadell’ex coniuge.
  • Produrre una relazione utilizzabile in tribunaleallegando, eventualmente, documenti, testimonianze, fotografie e filmati.